Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Diplomazia scientifica

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) promuove l’internazionalizzazione della ricerca italiana e la diplomazia scientifica quali strumenti fondamentali per lo sviluppo della cooperazione tra l’Italia e il resto del mondo. Alla base dell’azione del MAECI è la convinzione che non ci possa essere sviluppo economico senza innovazione e sostegno alla ricerca scientifica.

Gli uffici Cooperazione scientifica bilaterale e Spazio, cooperazione scientifica multilaterale e proprietà intellettuale sono parte della Direzione Generale per la promozione del Sistema Paese (DGSP) del MAECI. La cooperazione scientifica bilaterale si avvale della rete degli Addetti Scientifici collocati presso alcune Ambasciate. Negli ultimi anni il settore della diplomazia scientifica è stato potenziato con l’obiettivo di favorire la diffusione della scienza e della tecnologia italiana all’estero.

Gli Addetti Scientifici provengono dal mondo della ricerca, in maggioranza dai ruoli dello Stato e di Enti Pubblici, e la loro funzione principale è promuovere e valorizzare la ricerca scientifica italiana, anche a sostegno delle imprese che operano in settori di tecnologia avanzata. In particolare si occupano di:

  • programmazione e attuazione dei Protocolli Esecutivi per la cooperazione bilaterale;
    • promozione e facilitazione di accordi di cooperazione tra università ed enti di ricerca dei due Paesi;
    • valorizzazione del sistema scientifico e tecnologico italiano con riferimento ad università, istituti, enti, laboratori e altre organizzazioni di ricerca, anche attraverso la realizzazione di manifestazioni;
    • diffusione in Italia delle conoscenze sul sistema scientifico e sulla politica della scienza attuata dal Paese di accreditamento;
    • promozione degli scambi tra ricercatori italiani e del Paese di accreditamento, con l’obiettivo di incrementare la cooperazione bilaterale e multilaterale.

Ufficio dell’Addetto Scientifico ad Hanoi
L’ufficio dell’Addetto Scientifico di Hanoi è stato istituito nel 2016.  Dal giugno 2020 il ruolo è ricoperto dal Prof. Marco Abbiati, docente di Alma Mater – Università di Bologna. Nell’ambito della strategia Paese, definita dal Capo Missione, segue e facilita la realizzazione dei progetti di ricerca fra scienziati dei due Paesi, promuove le eccellenze italiane nel mondo della scienza e favorisce i contatti fra ricercatori ed enti di ricerca dei due Paesi. Le sue azioni si svolgono in stretta collaborazione con il settore delle relazioni culturali, commerciali, economiche e politiche, in modo da essere strumento di supporto a una azione diplomatica efficace. Le sue attività si svolgono anche in coordinamento con il Consolato Generale d’Italia a Ho Chi Minh City, con l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e con la Camera di Commercio italo-vietnamita. Gli interlocutori locali dell’Addetto Scientifico sono i Ministeri, le università, le accademie, i centri per l’innovazione tecnologica, gli istituti, le associazioni e le fondazioni di ricerca, le imprese e tutte le istituzioni a carattere scientifico e/o tecnologico.

 

L’Addetto Scientifico

Prof Marco Abbiati

 

 

tel. +84 24 38256256 interno 108

e-mail: hanoi.scienza@esteri.it

Curriculum del Prof. Marco Abbiati