Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

2 GIUGNO 2016 – 70o ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Il 2 giugno 2016 la Repubblica Italiana festeggia 70 anni, un anniversario estremamente significativo nella nostra storia.

 

Il 2 giugno 1946, infatti, gli Italiani – per la prima volta anche le donne – si espressero con un referendum istituzionale sulla forma di Stato da dare all’Italia dopo la tragedia della Seconda Guerra Mondiale e il regime fascista.

Il 54% degli elettori votò per la Repubblica, il 45% per la Monarchia.

Con quel voto è iniziata una nuova storia che ha portato l’Italia ad essere uno dei Paesi più industrializzati al mondo, attento ai temi sociali e ambientali, ed un membro proattivo della comunità internazionale, fondatore dell’Unione Europea, della NATO, del G7 e sostanziale contributore al bilancio e alle missioni di pace dell’ONU.

43 di questi anni li abbiamo percorsi insieme al Vietnam, recando concreti benefici ai nostri popoli. Grazie al partenariato strategico che ci lega e al crescente numero di visite ad alto livello potremo affrontare insieme le nuove sfide a livello regionale e globale sulle quali è concentrata l’attenzione dei nostri Paesi.

 

In alto a destra il logo celebrativo per la 70a Festa della Repubblica predisposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il logo vuole rappresentare una moltitudine di corpi che alzano le mani verso il cielo, in un gesto di esultanza per la fine di una lotta dolorosa combattuta per la libertà; le mani stesse, stilizzate, suggeriscono un sentimento di partecipazione e condivisione. 

Le mani sono rese come pennellate colorate protese verso l’alto, pennellate che danno al logo un forte senso di movimento e dinamismo, e rimandano a uno slancio verso un cammino che non si conclude con la fine della lotta ma al contrario, da essa trae la forza necessaria per continuare nella direzione della democrazia.

Il logo, da un punto di vista cromatico, si compone dei tre colori della bandiera italiana, verde bianco e rosso, per sintetizzare l’unione di persone differenti, con visioni politiche anche diverse ma unite per combattere per la libertà e la costruzione di una strada comune di democrazia e di autentico dialogo politico, degno di una nazione moderna. Il logo nella sua totalità, con le mani stilizzate rivolte verso il cielo, vuole quindi condensare nei segni, idealmente, da una parte lo sforzo e l’orgoglio della lotta, e dall’ altra la speranza nutrita dai cittadini tutti di ritrovarsi uniti, in un’ottica di vera partecipazione, nel costruire una nuova nazione. L’Italia.

 

Le celebrazioni ad Hanoi hanno fatto perno su tre elementi fondanti della nostra cultura: arte, musica e moda.

Attraverso di essi si e’ creato un legame ideale fra il tema della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo 2015 e quello della Settimana 2016: dalla musica alla creativita’ italiana.

Il 1 giugno e’ stata presentata alla stampa l’iniziativa “Vietnam Eye”, coordinata dai coniugi italo-inglesi Ciclitira, che con il sostegno della Saatchi Gallery di Londra individueranno 75 opere di arte contemporanea di giovani talenti vietnamiti. Queste opere verranno illustrate in un volume edito dalla nota casa editrice italiana Skira ed alcune di esse saranno esposte a Casa Italia a partire dal mese di novembre.

La sera del 1 giugno, presso la Residenza dell’Ambasciatrice, ha avuto luogo un concerto di musica classica con pezzi di Vivaldi, Shostakovich e Piazzolla, durante il quale e’ stato improvvisato un originale fashion flashmob.

Il 2 giugno, solenne anniversario di fondazione della Repubblica Italiana, la strada ove sono ubicate l’Ambasciata e Casa Italia (Le Phung Hieu Street) e’ stata chiusa grazie all’intervento del Comitato del Popolo di Hanoi ed e’ stata trasformata per una sera in una vera piazza italiana.

Creazioni del Consiglio Italo-Vietnamita della Moda, ispirate alla tradizione filatelica italiana degli ultimi 70 anni, si sono alternate a conosciute melodie italiane e vietnamite e sono state indossate anche da esponenti della collettivita’ italiana di Hanoi. Al termine dell’evento “Angels of Italy” gli ospiti hanno potuto apprezzare prodotti enogastronomici italiani a Casa Italia, ove era allestita anche una mostra fotografica su attrazioni turistiche del nostro Paese meno note al pubblico vietnamita.