Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

PRIMA EDIZIONE DI MOVIEMOV IN VIETNAM E MOSTRA “L’ELEGANZA DEL CIBO”

Per la prima volta in Vietnam si e’ aperta ad Hanoi, il 21 luglio scorso con il del Ministero della Cultura, un’edizione del Moviemov-Italian Film Festival, affiancata dall’inaugurazione di un segmento della mostra “L’eleganza del cibo. Tales about food and fashion”.
La duplice iniziativa, realizzata grazie al sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico, della Camera di Commercio di Roma, della Regione Lazio e Lazio Innova, e che ha visto una stretta collaborazione fra Ambasciata, ICE, Camera di Commercio, ANICA e Consiglio Italo-Vietnamita della Moda, ha lo scopo di presentare al pubblico locale il connubio fra tre elementi dell’eccellenza italiana: cinema, moda e cibo.
Al pubblico vietnamita sono stati proposti 11 tra i film piu’ noti e premiati delle ultime stagioni cinematografiche con l’obiettivo di presentare uno spaccato della societa’ italiana e delle diverse modalita’ prescelte da giovani registi e attori italiani per rappresentarne gli aspetti piu’ attuali. Alla serata di apertura, oltre all’ideatore del Moviemov, Sen. Goffredo Bettini, e all’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Prof. Guido Fabiani erano presenti: i registi Ferzan Ozpetek e Pippo Del Bono, le attrici Valeria Solarino (madrina della manifestazione) e Paola Minaccioni, nonche’ numerosi rappresentanti dei Ministeri vietnamiti, fra i quali i Vice Ministri della Cultura, degli Esteri, dell’Industria e del Piano, esponenti del Corpo Diplomatico e della societa’ civile, in particolare giovani.

L’elemento giovanile e’ il filo rosso che unisce rassegna cinematografica e mostra “L’eleganza del cibo. Tales about food and fashion”, quest’ultima basata sull’esposizione in corso presso i Mercati di Traiano a Roma e curata da Stefano Dominella, Presidente della Maison Gattinoni e Consigliere della Camera Nazionale della Moda. Si tratta di un percorso lungo l’originale rappresentazione del cibo nella moda, volto a valorizzare – peraltro con un pensiero all’Esposizione Universale di Milano – accanto al legame che unisce tali due elementi anche il tema della sostenibilita’, grazie ad accattivanti creazioni di giovani stilisti italiani (fra cui Guardini, Marseglia, De Benedittis) e vietnamiti, come Quang Nhat e Hung Viet, questi ultimi lanciati dalla stilista Jessica Minh Hanh, qui molto nota ed apprezzata.